Il successo della birra italiana all’estero

  • 0

Il successo della birra italiana all’estero

Category : Senza categoria

Un magnifico +27% nelle esportazioni di birra italiana all’estero!

 

Birra

 

Le esportazioni di birra italiana infatti si sono triplicate negli ultimi 10 anni, con il 2015 che registra un aumento delle esportazioni del 27% di cui la metà solo nel Regno Unito.

 

Questo è quanto emerge da un’indagine di Coldiretti nei primi mesi del 2015, un dato certamente positivo dovuto alla grande visibilità data da Expo 2015 e dal boom della produzione artigianale di birra che ha permesso anche una maggiore occupazione nella fascia d’età sotto i 35 anni.

 

Sono proprio i giovanissimi infatti i più attivi nel settore introducendo diverse innovazioni: dalla certificazione di origine a chilometro zero alle relazioni dirette con le aziende agricole.

 

Tuttavia, la grande produzione di birra italiana non eguaglia i consumi che in Italia sono inferiori rispetto a quelli di altri Paesi: 29 litri pro capite contro i 144 litri della Repubblica Ceca, 107,8 dell’Austria, 105 della Germania e gli 85,6 dell’Irlanda.

 

Nonostante ciò i dati continuano ad essere molto positivi, basti pensare che oltre il 60 % dei birrifici guadagna tra 100 mila agli 800 mila euro, oltre il 51% ha assunto personale a tempo indeterminato e vengono prodotti in media 445 mila ettolitri di birra all’anno sul territorio nazionale.

 

Quasi un birrificio su due (46,9%) ha superato la capacità produttiva ed è vincolato ad effettuare nuovi investimenti.

 

Il direttore generale di Unionbirrai, Simone Monetti commenta: “Il settore inizia a creare occupazione, l’età media degli imprenditori è relativamente bassa e le società di solito non hanno più di uno o due soci”.

 

Fonte: Coldiretti


Leave a Reply